Skip to content

Importare le mail da Evolution a Thunderbird – Ubuntu 11.10 Oneiric Ocelot

15 ottobre 2011

Ebbene sì, mi ero abituato a Evolution, che resta comunque installabile, che Canonical ha deciso che sul nuovo Ubuntu bisogna passare a Thunderbird, che poi è effettivamente meglio🙂

in rete si trova un bel po di materiale, ma lo sbattimento è assicurato visto che, evidentemente, qualcosa è cambiato nel frattempo su entrambi i fronti, sia Evolution che Thunderbird.

Cominciamo,

Thunderbird

strumenti → componenti aggiuntivi → cerca tra i componenti aggiuntivi e scriviamo e installiamo ImportExportTools

Evolution

PRIMA di eliminare il programma o PRIMA di effettuare l’avanzamento di versione di Ubuntu con nuova installazione effettuiamo un backup delle impostazioni direttamente dall’apposito strumento presente in Evolution e salviamo l’archivio in luogo sicuro.

In alternativa, avendo la /home separata, troviamo comunque le mail archiviate nella cartella che vedremo in seguito.

Procedura

In Thunderbird

modifica → impostazioni account → menù a tendina in basso “Azioni Account” → Aggiungi account di posta

Dando per scontato che il problema ci si pone se abbiamo selezionato, in fase di configurazione di Evolution, di NON lasciare i messaggi sul server, è conveniente modificare questa impostazione in modo da far si che sia sufficiente impostare l’account per ritrovarsi tutte le mail in thunderbird; selezioniamo POP3 che da meno problemi con il tool di importazione.

Adesso abbiamo due strade da seguire:

1) Se abbiamo disponibile l’archivio con il backup di Evolution:

estraiamo l’archivio nella cartella dove lo abbiamo salvato e poi posizioniamoci sull’account appena creato in Thunderbird

clicchiamo con il tasto destro del muose, ci esce questo menu di scelta:

quindi importa esporta e poi importa file mbox, ci esce questa schermata:

cliccando su ok si aprirà la finestra di Nautilus, navighiamo fino alla posizione dove abbiamo estratto l’archivio del backup (nell’es. evolution-backup) e seguiamo il percorso → .local →share →evolution → mail → locale e selezioniamo le voci SENZA estensione (esempio in figura: inbox, outbox ecc ecc.)

una volta fatto questo dovremmo trovarci le mail in thunderbird.

2) Se abbiamo la /home separata

salvo il resto della procedura, il percorso da seguire è leggermente diverso: home → nome utente →.local  → share → evolution → mail → local

e scegliamo anche qui le voci senza estensione.

Anche in questo caso dovremmo trovarci le mail importate in Thunderbird.

3 commenti leave one →
  1. dusko permalink
    29 marzo 2012 9:37 am

    Questo era molto utile. Grazie per la chiarezza e sintesi.

    • 30 marzo 2012 6:59 am

      Grazie🙂

  2. Matteo permalink
    7 ottobre 2012 6:20 pm

    Grazie mille! Mi era sfuggito ImportExportTools.
    Non mi carica le stesse cartelle ma ho salvato le cartelle con nomi diversi.

    Invece il file elenco.vcf (vCard) di Evolution viene esportato, ma pare che non sia totalmente compatibile con TB 15.0 in Ubuntu 10.04: importa il numero giusto … ma tutti vuoti. Con gedit mi sembra ci sia tutto.
    Leggo di utilizzare un’altro programma per convertire in LDIF. Non è possibile in altra maniera, magari modificando qualcosa nel file vcf anche con il semplice gedit? Grazie ancora!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: